Libri

libreria del teatro
El Ateneo Grand Splendid, Buenos Aires, 2014 © Niels Mickers (Flickr)
Copertina Libro Quello che ci muove

Quello che ci muove. Una storia di Pina Bausch

Con semplicità e allo stesso tempo profondo lirismo, l’autrice Beatrice Masini dedica parole che sono poesia all’immensa figura di Pina Bausch.
In 80 pagine, tra cartoncini colorati e disegni, l’autrice ci racconta tutta la poesia del Tanztheater.

Natalia Makarova

Natalia Makarova. La danza, la mia vita

Nella sua autobiografia Natalia Makarova racconta la sua storia, dai primi passi nella scuola Vaganova fino al ritiro dalle scene. Descrive i danzatori, i coreografi, le compagnie e i balletti cha ha incontrato durante tutta la sua carriera.

Leggi anche

Articoli più popolari

James dorme e sogna la Silfide

August Bournonville e la danza in Danimarca

August Bournonville rinnovò il balletto creando quello stile danese riconosciuto nel mondo per grazia ed eleganza. Importante anche come teorico, nei suoi scritti testimoniò le condizioni dei danzatori e del teatro arricchendo il messaggio dei suoi predecessori, Noverre, Vestris e Blasis.

ballerini della compagnia Ballet Arizona interpretano Napoli

Napoli o il Pescatore e la sua Sposa

La vivacità e i colori della città napoletana entrano a far parte del repertorio danese.
Questo balletto è considerato il capolavoro di Bournonville, che ne firma anche il libretto.

Alban Lendorf, Louise Østergaard e Jette Buchwald in una scena de La Silfide

La Silfide

La Silfide (La Sylphide o Sylfiden) è il balletto che segnò l’epoca romantica. Sia nella versione francese che in quella danese il balletto continua ad essere rappresentato sulle scene di tutto il mondo.